Incredibile! Migranti aggrediscono carabinieri: cosa è successo?

Incredibile! Migranti aggrediscono carabinieri: cosa è successo?

Incredibile! Migranti aggrediscono carabinieri: cosa è successo?

Condividi la notizia, clicca sul tuo social preferito
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

A riportare la notizia sono state varie testate tra cui Il Giorno e Il Giornale. Due migranti di nazionalità nigeriana S.I. (25 anni) e H.E. (24) hanno rifiutato di mostrare i loro biglietti prima di salire sul treno 745 tra Milano ed Asso. Il fatto è accaduto ieri pomeriggio presso la stazione Trenord a Inverigo. Il tutto è degenerato nella furia esternata dai due ragazzi che nemmeno i vigili urbani sono riusciti ad arginare. Dopo il rifiuto da parte dei due immigrati è infatti scattato un violento alterco da parte loro, con un operatore di Trenord. Sono dunque dovuti intervenire i carabinieri di Cantù.

Tuttavia, pare che i due migranti, una volta arrivati i militari, avevano già pagato i dovuti biglietti per salire sul treno, multa compresa. Sembra però che le intimidazioni e le minacce da parte dei due giovani abbiano convinto i carabinieri a portarli con loro in caserma, dove sembra non si siano affatto calmati neanche allora. Anzi, la situazione sarebbe peggiorata! Qui i richiedenti asilo avrebbero aggredito i carabinieri lanciandogli contro penne e spintonandoli. I due sono stati processati per direttissima e rinviati a giudizio il prossimo mese di Febbraio. Ad ogni modo i due imputati hanno guadagnato l’obbligo di dimora e sono stati ospitati presso una struttura di accoglienza a Tornaco, da cui tuttavia non potranno uscire. Il legale Roberto Melchiorre ha dichiarato che presto presenterà il ricorso.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Migranti: violenza e  processo per direttissima al Tribunale di Como

I due migranti volevano essere lasciati in pace dai militari e proseguire il loro viaggio abusivo. Vero che siamo in periodo natalizio e bisognerebbe essere più buoni, ma davanti al reato la giustizia non può certo chiudere gli occhi, neanche se si tratta di migranti che cercano di infrangere la legge in maniera peraltro consapevole. Dopo essere stati spintonati, i carabinieri sono riusciti ad immobilizzare i due ragazzi nigeriani, ammanettandoli. Prima del processo per direttissima, i richiedenti asilo hanno trascorso una notte nelle camere di sicurezza.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

FONTE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *